Chi trema ora a Giugliano per il caso Cirillo? Scotti potrebbe raccontare tutto…

copertina02Chissà cosa starà pensando il giudice Alemi che per anni ha tentato invano di svelare la trama intricata del caso Cirillo. Ora Pasquale Scotti potrebbe finalmente rivelare i dettagli della trattativa che impegnò la DC, i servizi segreti e la camorra per la liberazione dell’ex assessore della Regione Campania Ciro Cirillosequestrato dalle Br nel 1981. Una vicenda sulla quale anche io ho tentato invano di fare luce con il mio libro  “Io, Cirillo e Cutolo” (Edizioni Cento autori, 2009) in cui intervisto Giuliano Granata, il sindaco della Dc che si recò in carcere per chiedere al boss della NCO di intervenire sulle Br per ottenere la liberazione del suo amico assessore. L’ho scritto “anche tra di loro gli uomini della Dc non si dicono mai la verità”.

Nei giorni in cui lavoravo al testo, morì Antonio Gava e solo allora Granata si liberò di un qualche peso, parlandomi della trattativa e ammettendo che la Dc ne era a conoscenza. Fino a quel momento aveva negato, anche davanti ai giudici, assumendosi la responsabilità dell’iniziativa. “Cirillo è come un padre per me”, diceva di aver detto anche a Cutolo. Questo coinvolgimento gli costò la carriera politica, ma non credo che Granata, ormai defunto tre anni fa, se ne fosse mai pentito. In cambio di questo segreto probabilmente dovette ottenere un risarcimento significativo. Hanno avuto invece solo dolore e la vita stravolta i familiari degli uomini della scorta di Cirillo, ai quali è necessario dedicare mille pensieri di vicinanza per il sacrificio terribile a cui purtroppo sono stati sottoposti.

Il ruolo di Giugliano nel caso Cirillo non deve sfuggire. Ad accompagnare Granata in carcere fu il suo conterraneo Corrado Iacolare, uomo di spicco della NCO di Cutolo e morto nel 2015 dopo trent’anni di latitanza. Da Scotti ora potrebbe arrivare anche il retroscena dell’omicidio del commissario Antonio Ammaturo, che era stato dirigente del presidio cittadino di polizia e al quale è stato dedicato il complesso immobiliare confiscato ai clan sulla circumvallazione esterna.  Nel 1982 il delitto venne attribuito alle Brigate Rosse, ma si è sempre avuto il sospetto che anche la camorra abbia giocato un ruolo importante nella vicenda.

 

Annunci

Un pensiero su &Idquo;Chi trema ora a Giugliano per il caso Cirillo? Scotti potrebbe raccontare tutto…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...