Attenzione. L’onestà può essere ancora rischiosa

Avere il coraggio delle proprie azioni può essere un’arma affilata e a doppio taglio. Un pericolo costante, in pratica. Esporsi costa fatica e necessita passione autentica. Giro in vespa e incontro un’immagine che sollecitimagea riflessioni. Confuse. Sarà il caldo…

Avevo vent’anni nel 1992, quando il pool di magistrati con in testa Giovanni Falcone e Paolo Borsellino riuscì a far infliggere 2.665 anni di carcere a capimafia, boss e gregari di Cosa nostra a conclusione del maxiprocesso al gotha della Cupola. Poi? Le stragi. L’immagine di loro due assieme è diventata icona di legalità. Ma anche di speranza sociale. E vederla stilizzata su dei piloni a sostegno del muro perimetrale del bosco di Capodimonte di Napoli mi colpisce. È mille metafore assieme. Ma più di tutto – in tempi così precari, di equilibri delicatissimi – mi fa impressione la scritta “pericolo”. Che stona con l’espressione dei visi e cambia senso all’immagine. Mi disturba oggi che leggo delle minacce alla figlia di Borsellino e mi succede nonostante mi sia purtroppo noto che quelle facce non sorridono più da un pezzo. Ecco cosa… La scritta mi suona, tristemente, come un avvertimento.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...