Giugliano: dopo gli scandali giudiziari, ora pure a rischio scioglimento per camorra

Tutto dipende se e da cosa troveranno di irregolare o sospetto nel valutare i documenti amministrativi (licenze, incarichi, legami con criminali di politici e dipendenti), i tre membri della commissione d’accesso che si sono insediati al Comune. Ai raggi X finisce tutta l’attività amministrativa degli ultimi cinque anni. Certo non è stata una settimana facile: lunedì scorso il blitz della Guardia di Finanza e tre avvisi di garanzia (di cui due a dirigenti del Comune) per la gestione del servizio di nettezza urbana, poi di venerdì arriva la seconda bomba. Sindaco convocato in prefettura e dopo un’ora insediamento della commissione, la quale resterà al lavoro tre mesi, salvo proroga di altri 90 giorni. In questo lasso di tempo, i tre funzionari dovranno stabilire se in alcune attività poste in essere dall’amministrazione sussista la possibilità di condizionamenti da parte della camorra. Se sì, il ministero dell’Interno, che ha disposto l’indagine, potrebbe decretare lo scioglimento del Consiglio comunale. In questo caso, al Comune, arriverebbero i commissari prefettizi e al voto non si andrebbe più a maggio 2013 ma trascorsi diciotto mesi dall’inizio del commissariamento. Per saperlo bisognerà aspettare. E sono ore decisive queste anche perchè a Roma stanno valutando la proposta del Comune di realizzare ex novo l’istituendo Tribunale nord di Napoli a ridosso di un parco commerciale. Un’eventuale bella notizia rischia di arrivare in un brutto momento storico, non c’è che dire.

Annunci

2 Pensieri su &Idquo;Giugliano: dopo gli scandali giudiziari, ora pure a rischio scioglimento per camorra

  1. Ho letto per intero l’articolo su “Il Mattino” di oggi, non concordo sull’affermazione ” Ogni volta che il Comune………….. i residenti restano indifferenti”. Certamente Lei conosce bene la geografia del Comune di Giugliano e l’estesa territorialità, lo scrivente abita a Lago Patria dal 1979, gli avvenimenti che accadono in Comune non arrivano nemmeno per eco, manca qualsiasi contatto con il Centro, i nostri politici locali sono stati sempre non favorevoli all’istituzione del distacco della zona costiera, ma niente hanno fatto per la stessa e i suoi abitanti. Tenendola in un limbo (sarebbe meglio dire in un inferno). Mi dispiace ma non ci sto. In più di 30 che abita a Lago Patria niente è stato fatto per la zona, naturalmente non mi riferisco solo all’ultima amministrazione ma anche alle precedenti, quindi si può senz’altro parlare di inadeguatezza di classe poltica per un Comune che è per popolazione è la terza città della Campania e per estensione uno dei più estes. Non parliamo della gestione dei servizi…………. Cordiali saluti

    Mi piace

    • Gentile lettore, capisco la sua rabbia sull’abbandono del litorale. Lo racconto spesso e sono contenta che lei non sia rimasto indifferente, ma le assicuro che, dopo anni di cronaca su questo territorio, ho gli elementi per poterlo affermare, mio malgrado. Lei non è certo, per fortuna, l’unico ad avere scatti d’orgoglio, ma devo dirle, sempre che non se ne sia accorto già, non fa parte di un gruppo numeroso. Grazie per l’attenzione. Saluti.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...