L’Herald Tribune si sbaglia: Giugliano non è solo la capitale mondiale dell’euro falso

Ma come sono superficiali questi americani. Giugliano non è solo la capitale dell’euro falso, qua noi siamo la capitale del pezzotto, con licenze edilizie false e false assicurazioni. E un po’ di rispetto, please. Ma si sa, gli americani sono amanti del folclore e delle semplificazioni umoristiche. Per loro, dal dopoguerra noi napoletani restiamo il popolo del vesuvio, della pizza e del mandolino, anche se con qualche new entry, come le immagini legate all’emergenza monnezza. Ora, però, l’Herald Tribune sposta l’attenzione in periferia per affermare una competenza eccezionale, addirittura con un articolo in prima pagina, ma decide di non entrare nel profondo del nostro tessuto sociale, manco per attribuirci meglio un merito. Uffà. Scrivono che Giugliano è la capitale mondiale delle monete contraffatte perchè qui dai noi ci sarebbero i migliori artigiani per la realizzazione di banconote false da 500 euro, le più utilizzate nel traffico di droga. Ci pensate? Altro che banda degli onesti, pasticcioni e rintracciabili, come sarebbero invece i coreani. No, no. Noi siamo i migliori, alè. Peccato che questa capacità creativa non migliori la vita di tutti, ma che fa?! Noi per amore della verità, una cosa la dobbiamo ribadire contestando la stampa Usa, l’HT un errore grossolano lo fa: ignora che Giugliano è la capitale del pezzotto, in tutte le sue manifestazioni. Echecacchio, signori americani, bastava leggere un po’ di cronaca nera per scoprirlo. Siete ingiusti: noi siamo ancora più bravi di quanto voi possiate immaginare. Tiè.

Annunci

3 Pensieri su &Idquo;L’Herald Tribune si sbaglia: Giugliano non è solo la capitale mondiale dell’euro falso

  1. Mi chiedo, allargando il discorso, se i cittadini conoscono il signoraggio bancario e se c’è una quantità di Oro nelle casse degli stati per gli Euro “affittati” a tutti noi. Perché qualora non vi fosse oro nelle casse di chi stampa “ufficialmente” le banconote, ma debito pubblico, che aumenta in modo esponenziale e grava su tutti noi, perché usiamo soldi in prestito, chi va considerato “tipografia” e chi “Zecca”? Di chi è la BCE? E la Banca d’Italia?. Sono soggetti in mano a privati? E chi? E se domani stampo la mia moneta, il Cardeuro? E se valesse 2€ cosa significa? E se lo facciamo girare tra noi, come banconota solidale? Mi arrestano subito per sostituzione di valuta 🙂 Ad ogni modo i “nostri” falsari, sono talmente bravi che se disegnassero una moneta loro, sarebbero le banche ad essere in crisi e non tutti noi! Ovviamente W l’onestà!

    Mi piace

  2. Email inviata ad acluni amici … (Tonia, se possibile, puoi mandarmi il tuo indirzzo email?)

    Cari tutti,
    molti di voi sapranno dell’articolo di Herlad Tribune che cita Giugliano come “capitale della contraffazione”: Al di la’ del nostro (de)merito, vi segnalo la frase che descrive la nostra città:

    “On the surface, Giugliano would not appear to be a hotbed of counterfeiting. Its main street is lined with nondescript buildings, midrange clothing shops, a modern city hall, a church and a seemingly disproportionate number of funeral homes. But its outskirts stretching west to the coast are marked by chaotic zoning and semi-abandoned buildings that hint at darker goings-on.”

    che tradotta suona

    “A prima vista, Giugliano non sembrerebbe essere un focolaio di contraffazione. La sua via principale è fiancheggiata da edifici anonimi, negozi di abbigliamento di fascia media, un moderno municipio, una chiesa e un numero apparentemente sproporzionato di agenzie di pompe funebri. Ma la sua periferia che si estende ad ovest fino alla zona costiera è caratterizzata da edifici sparsi, caotici e semi-abbandonati che suggeriscono attività più losche.”

    Una titpica descrizione da GoggleMaps!!!

    Come reazioni “locali” all’articolo, che ha avuto risonanza anche nel TG2 di oggi, al di là del blog di Tonia Limatola poco altro. Forse i nostri amministratori dovrebbero farsi sentire per fare sapere che a Giugliano c’è anche tanto di bello, dal centro fino alla zona costiera … invece: (quasi) silenzio tombale!

    Francesco Vasca

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...