Che fighi ‘sti calciatori, eh

È ufficiale: la prima giornata di serie A salta per lo sciopero dei calciatori. Loro sí che sono fighi, compatti e uniti per rivendicare i loro diritti. Mica come gli operai, i precari e gli altri poveracci che faticano davvero e faticano pure ad arrivare a fine mese e che, senza fiatare, si dondolano tra picchetti e minacce di buttarsi dai tetti delle fabbriche a rischio chiusura. Macché. Il contributo di solidarietà i calciatori lo vogliono far pagare alle società e scioperano perché la loro richiesta  non è stata accolta. Che bravi, eh. Domenica invece di sudare in campo per guadagnarsi il loro stipendio piú che dignitoso, se ne andranno al mare sulle loro potenti barche. E i tifosi? Si perdono la prima giornata di campionato dopo aver sborsato fior di quattrini per gli abbonamenti alle pay tv assottigliando i già magri bilanci familiari. Unica consolazione per chi conta sul calcio per archiviare le sofferenze del quotidiano? La giornata di campionato verrà recuperata. Se il calcio dimentica di dover assolvere a questa funzione sociale, non serve più a nulla. E tutto il dibattito in tv, i diritti, i gadgets e tutto il resto si rivelano per quello che sono: niente. E allora perché ‘sti calciatori fighi non li mandiamo a quel paese?? 

Annunci

4 Pensieri su &Idquo;Che fighi ‘sti calciatori, eh

  1. Non capisco come fa la gente ad andare ancora allo stadio,a fare abbonamenti per il calcio in tv. Io li farei lavorare qualche decennio in catena di montaggio h24. Vabbè….mi bevo un bacardi che col caldo fa bene.

    Mi piace

  2. Anche per me un bacardi, grazie. Mentre lo sorseggio (o almeno immagino di farlo) faccio una riflessione: non è che questi caproni pieni di soldi ed incapaci di far tutto hanno capito di essere quelli che fanno girare la giostra? Tanti soldi a loro che ne fanno girare almeno 10, 100, 1000 volte tanto? Quante maglie fa vendere Cavani o Totti o Ibrahimovic? Mi piacerebbe indire uno sciopero dei tifosi. Avvalermi del diritto di recesso e richiedere la restituzione dei soldi dell’abbonamento. Dire a De Laurentiis che è simpatico ma non è capace ad imporsi con i suoi dipendenti.
    Io non credo nel calcio come una sorta di medicina per lo stress quotidiano. Non lo è e non ne sarebbe capace. Credo che sia stato preso troppo sul serio. Credo sia vacuo e senza alcun tipo di valore positivo, almeno quello della serie A. Chi pagherà la tassa non fa differenza. Stupisce il fatto che se ne parli da settimane, che il rinvio di una giornata di calcio sia peggio di un’epidemia. Ma questi lo sanno che se continua così con l’economia finiranno a giocare davanti alla chiesa?

    Ciao,
    Giulio
    PS: Forza Napoli ! 😉

    Mi piace

    • E sorseggiamoci ‘sto bacardi, va, mentre i calciatori di serie A incrociano le braccia, tutti contenti del successo del Napoli nell’amichevole di ieri. Noi amiamo il calcio e pure ‘sti supereroi. Hanno ragione, dopotutto. Il contributo di solidarietà spetta ai club!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...