Anarchici per la campagna referendaria

“Io mi chiamo Chiara, tu?”. Per tre giorni abbiamo condiviso fatica e cento (mila) passi di montagna, sotto al sole e alla pioggia, tra i campi in fiore a guardare la natura cosa ti regala, mille risate e spiriti musicali intorno ai falò e solo stamattina, mentre ci stiamo riprendendo dalla stanchezza, abbiamo avuto l’esigenza di “identificarci” mentre gli altri continuavano a mettere note in fila per raccontarsi. Questi siamo. Diversi, lontani anche di età, ma con una capacità di condivisione che solo quelli pronti a sperare ancora hanno. Siamo partiti giovedì mattina da San Lupo e sognando la libertà, con le gesta di Cafiero e Malatesta in mente, siamo arrivati a Letino ieri pomeriggio. E oggi mentre siamo ancora qui parliamo della prossima sfida che ci potrà rendere fieri di noi stessi. I referendum: raggiungere il quorum è l’obiettivo. E noi di Lerka Minerka ci stiamo ad andare in strada a parlare con chi ancora non sa che non solo deve recarsi alle urne, ma che deve scrivere anche quattro volte Sì. Ci acchiappiamo.

Annunci

Un pensiero su &Idquo;Anarchici per la campagna referendaria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...