Ora Napoli si entusiasma e non solo per Cavani

Ieri mattina eravamo squadra. Tutti felici e con la stessa voglia di mettere a segno un gol e far retrocedere un governo che si contraddistingue per il gossip e che lascia a zero l’occupazione e il welfare (a Napoli gli operatori sociali hanno dovuto occupare un castello per far capire che non è un lusso).  E perdonatemi la metafora calcistica, che pure è di quella parte politica di cui sopra…Ma ieri alla manifestazione “Se non ora quando..” sembrava di essere allo stadio. Non tanto per i cori e gli striscioni, ma per la voglia di vincere, di riemergere, di farsi sentire. La forza delle donne si sentiva tutta. Affanculo le donne oggetto sessuale, oggetto di violenza e molestie, e oggetto di facile persecuzione e facili battute. C’erano quelle che hanno fatto il Sessantotto assieme alle loro figlie e alle loro nipoti. “Stiamo di nuovo qua e non molliamo”, hanno detto. C’erano i comitati ambientalisti, le associazioni, gli artisti, le mamme vulcaniche, gli attivisti dei movimenti. Nessuna bandiera e pochi politici. Ma c’erano soprattutto loro. La gente normale, quella che ha finalmente deciso di dire basta a questo andazzo. Che non si vergogna più di dirlo. E che, guardandosi attorno, non si è sentita sola.

Annunci

4 Pensieri su &Idquo;Ora Napoli si entusiasma e non solo per Cavani

  1. fiumi di retorica..il premier è quello che è, c’è poco da aggiungere. il malcostume è evidente e se ci sono reati ci penserà ( se potrà) la magistratura. ma quanta retorica sulle donne. sai quante ce sono disposte a vendersi, e non per colpa del sistema, ma perchè non hanno altro; sanno puntare, vogliono puntare solo su quello…da sempre, dall’inizio dei tempi..
    p.s. sono tantissime, un esercito..

    Mi piace

  2. sai che esistono tante e tante donne molestatrici? sai quanti uomini tacciono, per proteggerle o per pudore, di fronte a queste cose? e sai inoltre quante di loro giocano o sfruttano a più non posso il loro corpo, anche per fini professionali? manifestazione sacrosanta, per carità. ma evita di fare l’apologeta di turno.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...