Tanti i fronti della protesta contro i rifiuti Napoli

Taverna del Re, Terzigno e Chiaiano-Marano, nel napoletano. San Tammaro nel casertano. Il malessere non era mai stato così diffuso a livello geografico. Berlusconi annuncia che Napoli sarà ripulita in pochi giorni e i rifiuti rimossi dalle strade arrivano nelle discariche che si trovano nelle città della provincia che, però, restano sporche. Oltre il danno anche la beffa, come al solito. E i cittadini, esasperati ulteriormente anche dalle bollette della nu sempre più care, manifestano scendendo in piazza e bloccando i conferimenti. A Terzigno la guerra civile ha vinto, mentre a Chiaiano si rallentano gli sversamenti nella cava coi blocchi di un mucchio sparuto di residenti; come a Taverna del Re, dove da tre giorni si tenta di fare resistenza, ma i tir dell’Asìa entrano comunque per sversare il “tal quale” rimosso dalle strade di Napoli. Anche qui sono pochi i manifestanti, anche se si ingegnano per protestare. I primi due giorni la minaccia di darsi fuoco della pasionaria Lucia De Cicco. Oggi, invece, la sfilata di cavalli, la passeggiata lenta davanti agli autocompattatori, poi, la rabbia dei ragazzi che sono arrivati di pomeriggio e che sono riusciti a bloccare i mezzi solo all’uscita – dopo che avevano prima provato invano a bloccarli all’incrocio i cittadini e poi all’interno i consiglieri in visita al sito per un sopralluogo – e fatto scoppiare il parapiglia nel quale è stato strattonato malamente anche il capogruppo del Pd. Stasera si è svolta un’assemblea pubblica in piazza Gramsci per promuovere delle altre iniziative e coinvolgere il maggior numero di persone possibile. Incrociamo le dita!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...