Senzani torna libero, ma resta il giallo sul sequestro di Ciro Cirillo

Torna libero per estinzione della pena, dopo 23 anni di carcere, il leader delle Br Giovanni Senzani. Con Mario Moretti guidò il gruppo terroristico dopo il sequestro Moro e a Napoli, nell’81, colpì la politica regionale con l’intento di influenzare le scelte sulla ricostruzione post-terremoto sequestrando l’allora assessore all’urbanistica, Ciro Cirillo.  Sui risvolti del caso (Cirillo venne liberato dietro riscatto e grazie all’intercessione di Cutolo) si è sempre saputo poco. Una cosa è certa: per molti il sequestro divenne il punto di contatto tra le organizzazioni criminali e la gestione degli appalti. Intanto, gli uomini della Dc all’epoca coinvolti, continuano a mantenere il segreto anche dopola morte di Gava. Anche la mia lunga intervista a Giuliano Granata (nel libro edito da cento autori), braccio destro di Cirillo, che andò in carcere dal capo della Nco a trattare per conto della famiglia e, poi, ha svelato anche del partito, ha fornito sicuramente degli elementi di novità, ma non ha certamente raccontato come andarono veramente le cose. Senzani è stato scarcerato a inizio anno, ma la notizia è diventata pubblica solo oggi. Godeva da tempo del regime di libertà condizionale. Alle agenzie ha dichiarato: “‘I giudici che mi hanno esaminato – ha detto- hanno constatato che sono cambiato. Ho riconosciuto i miei errori. La politica l’ho abbandonata da un pezzo, ma non le mie idee di sinistra”. Chissà che non voglia scendere in campo….

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...