“Provi più tardi o domani”

Se a Napoli hai bisogno di qualcosa e cerchi di trovare lo sportello di aiuto che fa al caso tuo, sei fottuto. Non ci riuscirai mai. Danno e beffa, come sempre. Non ci riuscirai mai, dicevo, almeno non facendo come sarebbe possibile in una qualsiasi città dell’Italia dei servizi che funzionano. Ti colleghi e dalla finestra sul mondo che diventa il tuo pc quando ti affidi a un motore di ricerca, ti senti confortato. Quello di cui hai bisogno c’è. Come nel resto d’Italia. Allora, alzi la cornetta e selezioni trepidante i numeri del contatto telefonico. Niente da fare: numero inesistente. Ripeti la ricerca aggiungendo il nome dell’associazione e ritrovi lo stesso numero. Allora, non molli e ripeti la ricerca ancora una volta. Trovi un altro numero  a un altro indirizzo e ti dici, vabbè, il cambio sede non era stato comunicato all’altro sito. Chiami. E nemmeno là ottieni risposta: numero inesistente anche in questo caso. Allora chiami un ente perchè il servizio in questione, le cui attività vengono gestite da quell’associazione, viene garantito con fondi pubblici. Trovi i recapiti in rete e quel numero diretto, mannaggia, resta muto. Mentre avrei tante (male)parole io…accidenti. Allora, provi al numero del centralino e, dopo un’attesa lunghissima, ti risponde un operatore tutto scucciato che non riesce a capire cosa voglio e perchè. Quasi quasi starà pensando che avrò delle pretese strane… Lo senti gridare verso i colleghi che, evidentemente, gironzolano nella sua stanza, ma non arriva niente di efficace manco da loro. Poi, insisto ancora e qualche illuminato – che passerà di là per caso-  gli suggerisce che se cerco quel dato ufficio, è meglio che mi rassegni. Là oggi le linee sono interrotte, l’ufficio è isolato. Come me, che ho bisogno e non trovo.

Annunci

4 Pensieri su &Idquo;“Provi più tardi o domani”

  1. mia moglie doveva fare un esame particolare del sangue. lo presciveva il ginecologo. siamo andati dal medico di famiglia il quale ci ha detto che ci voleva la prescrizione (un’altra) di un medico specialista. ci da tre nomi e tre numeri. il primo manco a dirlo, semplicemente non esiste. il secondo dopo due giorni di inseguimento telefonico, mi dice di chiamare il terzo. questi risponde (il classico fesso che lavora) mi da appuntamento, mi prescrive l’esame. torno dal medico di famiglia che mi da la “carta” e con questa vado al loreto crispi che mi da un nuovo appuntamento per l’esame. andiamo, prelievo, ritiro dei risultati dopo circa 20 giorni.
    Finalmente a settembre porto il risultato al ginecologo (il primo della lista).
    Secondo voi, considerato che il ginecologo sta al vomero, il medico di famiglia sta al rione alto, lo specialista che fatica alla sanità, il loreto crispi a via crispi, non c’è qualcosa che non funziona?

    ciao

    Mi piace

  2. sto giro di carte fa uscire pazzi…è inutile e rende i burocrati, spesso degli incompetenti, dei padreterni in terra. Non ci puoi manco litigare, ti mandano a fare un giro in più per dispetto. poi, invece capita che incontri una signora sorridente che ti accoglie e ti spiega tutto così bene e si premura lei di fare il giro di telefonate al posto che ti viene da dire grazie mille volte e addirittura di farle un regalo.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...