Abel Ferrara: Scampia è un bel teatro

Abel Ferrara a Scampia. Intervista video di Tonia Limatola con Maria Manfredi. Foto di Fabio Sardella

Una città complessa, ma che non è solo crimini e misfatti per il regista italoamericano che balla e si agita come se suonasse la sua chitarra anche mentre cammina.  “So che voi vorreste buttare giù tutta questa architettura – dice allargando le braccia verso i palazzoni di cemento e in direzione delle Vele – ma Scampia è uno dei più bei teatri del mondo”. E basta guardarsi intorno nella piazza Grandi Eventi del quartiere dove Enrico Ghezzi ha presentato in anteprima il suo film  “Napoli, Napoli, Napoli “(un po’ fiction, un po’ documentario) per capirlo. Ci sono le luci e gli spazi buoni, ma soprattutto le facce giuste. Abel Ferrara, su un progetto dei Figli del Bronx (Peppe Lanzetta, sceneggiatore e attore nel film, ma c’è anche la partecipazione straordinaria di Ernesto Mahieux) mette in scena le storie di strada della città, con le testimonianze delle detenute vere di Pozzuoli, le scene ricostruite nel carcere di Poggioreale, i racconti del proprio punto di vista su Napoli di un cronista, di un giudice in pensione, Sergio Zazzera, e di due operatori sociali. C’è chi scapperebbe, chi resta per lottare, chi non si pente di essersi beccata due anni di reclusione per oltraggio ad un poliziotto che aveva picchiato il fratello mentre lo arrestava.  Storie di donne finite “aint'” per guaio e per protesta. Come la nigeriana – destinata a scappare dalla prigione di casa per finire in quella di Pozzuoli- che per pagare il viaggio in Italia ai suoi aguzzini ha preferito trasportare droga anzichè prostituirsi. Una Napoli vera, ma non sconosciuta. Almeno non a noi che ci giriamo assieme e dentro.

Annunci

2 Pensieri su &Idquo;Abel Ferrara: Scampia è un bel teatro

  1. Ciao,
    ieri sera ero presente alla prima a Piazza Grandi Eventi : a dire il vero non mi è piaciuto il film, sia per il finale squallido e incestuoso, sia per gli ipocriti interventi da parte del nostro altrettanto squallido assessore Giulio Riccio…forse era meglio che la scena della coca la giravano al comune di napoli..Invece devo dire che ho apprezzato molto l’intervento del Presidente Malinconico che ha saputo descrivere in maniera sintetica e pratica le problematiche sociali e quindi economiche di Scampia – cmq è stata una bella serata c’era bella gente e si stava tranquilli…spero di vedere altri momenti come questo magari con contenuti più piacevoli

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...