Inceneritore: sì o no, si vedrà

Per smaltire le ecoballe qualcosa si dovrà pur fare e se non si pensa bene a cosa, andrà a finire che Giugliano si becca un nuovo impianto, il peggiore e cioè, l’inceneritore. Per gli ambientalisti l’alternativa c’è e si chiama Trattamento meccanico manuale. Intanto, la politica non trova un accordo e nel discutere del destino del sito regionale di stoccaggio con sei milioni di balle di rifiuti, alla presenza dei comitati ambientalisti, litiga ancora sulle responsabilità dello scempio. Dibattito politico inutile, specie a urne chiuse. L’altra sera la seduta di Consiglio comunale sull’argomento si è conclusa tra i fischi del pubblico.  Sugli spalti c’era il popolo delle discariche. C’era anche Roberto Fico del meet up di Beppe Grillo ex candidato presidente della regione. Ma sono arrivati anche dal litorale, da Chiaiano, Acerra, Terzigno a dare man forte al presidio permanente di Taverna del re per dire No all’inceneritore che – secondo un accordo tra Regione e Provincia del marzo scorso- dovrebbe essere realizzata a ridosso del sito stoccaggio regionale, dismesso due anni fa, per smaltire i sei milioni di balle di rifiuti accatastate al suo interno, al confine con Villa Literno, comune che si è candidato a ospitare l’impianto. Al tavolo aveva partecipato anche il Comune di Giugliano e l’amministrazione non si era detta contraria. L’opposizione è per il No netto. Inizia ora l’ennesima telenovela…. Abbiamo paura di sapere come andrà a finire.

Annunci

5 Pensieri su &Idquo;Inceneritore: sì o no, si vedrà

  1. L’inceneritore io sono convinto che si farà. Mafia e Governo hanno deciso che la nostra amata terra deve essere pattumiera d’Italia e non solo. Nella discarica chiusi in ecoballe e poi negli incenitori dovrebbero finire tutti i politici che parlano gonfiandosi le tasche, inscenando pagliacciate e senza risolvere nulla.

    Mi piace

  2. ma non era finita l’emergenza rifiuti ? bertolaso non aveva risolto le garvi colpe dei governi locali?
    Si fa, si fa l’inceneritore. qualche lustro per costruirlo con appalti di stampo camorristico e poi la gestione a società in odore di camorra. E noi moriamo di tumore…..

    Mi piace

  3. aggiornamento: mentre gli ambientalisti continuano a discutere di ipotesi alternative all’inceneritore – si vedono per il secondo sabato di seguito. dopo la biblioteca, nella sede della proloco- i politici prendono tempo e viene rinviato ancora una volta il dibattito sull’argomento in consiglio comunale.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...