De Laurentiis incorona Caldoro

Non scoraggerei mai la visione dei suoi film, manco se De Laurentiis  fosse un serial killer e producesse solo cinepattoni. D’altra parte, dopo che ci aveva fatto vincere lo scudetto, anche a Maradona abbiamo perdonato tutto. Poi, andare al cinema consente di sostenere una buona causa: l’acquisto di ragazzotti bravi, come Hamsik, Quagliarella, Lavezzi e Cannavaro, che tirano su il morale di una città avvilita e persa. Ieri sera mi sono trovata per caso allo Space (ex Med) all’anteprima del film “Genitori & figli, istruzioni per l’uso” ed è stata una festa, anche grazie all’impeccabile servizio degli agenti di polizia del commissariato San Paolo, diretti da Alberto Francini. Il film è stato presentato sul palco della sala 1 dal patron Aurelio assieme al regista Giovanni Veronesi e ad alcuni dei protagonisti (Luciana Littizzetto, Silvio Orlando). Ma le vere star della serata erano loro: i campioni di Napoli- – assieme ai dirigenti e al mister Mazzari- gli eroi delle nuove generazioni, la consolazione di chi crede ancora nel riscatto sociale grazie allo sport epico e bello, i professionisti da emulare per avere macchine sportive e donne da sballo. I bambini erano in visibilio e i padri, pure. I fortunati con l’invito, sono riusciti a godersi il film a pochi passi dai loro beniamini, che- come da contratto- si sono lasciati fotografare e assediare. Pocho (o Lavezzi, mo’ non mi ricordo) era accompagnato da moglie e bambino, bellissimo tra l’altro. Devo ammetterlo, tra i giocatori di nomi ne ho indovinati tre su venti, solo di un paio ho le foto. Poi, c’erano un po’ tutti quelli che vivono di calcio e di cinema.Tra i cosiddetti vip ho riconosciuto Valerio Caprara, Vittorio Raio, Paolantoni, Peppino Di Capri, Carlo Alvino. Presenze bipartisan per la politica. Mentre ero ancora fuori a curiosare ho visto arrivare accompagnato da un ragazzo (forse il figlio) l’assessore ai trasporti di Bassolino, Ennio Cascetta; ho sentito il candidato alla Regione del centrodestra, Stefano Caldoro, parlare al cellulare con un certo presidente, al quale diceva di essere arrivato puntuale all’appuntamento. E una volta dentro, quando ho sentito De Laurentis rivolgergli il primo saluto definendolo “l’uomo del futuro” e augurandogli di vincere la partita, ho capito che l’interlocutore non doveva essere Berlusconi…. Insomma, se De Laurentiis ha già deciso quale sarà la sua strategia di gioco, ha trovato anche il dodicesimo uomo in campo.

Annunci

6 Pensieri su &Idquo;De Laurentiis incorona Caldoro

  1. d’altra parte anche san gennaro si deve arrendere davanti alla passione del calcio…maradona aveva più fans di lui! certo che in queto caso però il confronto non regge: preferire caldoro a de luca non è un atto di preghiera!!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...