L’Aquila come Napoli. Bisogna fare presto

Ho fatto un tuffo a quella domenica sera dell’80 nel rileggere le notizie di morti, dispersi e sfollati in Abruzzo. L’Aquila come Napoli e l’Irpinia, con la terra che balla e la distruzione che arriva. Ne abbiamo tutti paura. Più della crisi, più delle malattie. Ho ripensato anche a Sarno, all’alluvione che travolse di fango Episcopio… Dal Giuglianese la macchina degli aiuti si sta già muovendo, ma si accumulano enormi ritardi. La Protezione civile non dà risposte a chi chiama per sapere cosa raccogliere con esattezza per evitare sforzi inutili e rendere più efficaci gli interventi. A Villaricca si stanno muovendo i ragazzi di Illimitarte (domenica 19 concerto dei bidonvillarik nella villa comunale), a Marano l’associazione di donne Frida Kahlo e molte parrocchie anche negli altri comuni. Ma bisogna fare presto. Anzi prestissimo.

Intanto c’è gente che parte e va…..come gli psicologi dell’ospedale San Giuliano, i volontari della protezione civile e dell’associazione nazionale carabinieri e i ragazzi di Insurgenzia.

2009_04_07 sera 015
Annunci

9 Pensieri su &Idquo;L’Aquila come Napoli. Bisogna fare presto

  1. Già, una delle più forti scosse di assestamento fu registrata la sera di sabato 14 febbraio 1981. Quanto alle necessità di alleviare le ferite nel corpo e nell’anima di quanti hanno perso tutto, mi ha colpito (nell’inarrestabile fiume di parole ascoltate in questi giorni) l’intervento di Paolo Villaggio, il quale esortava ad aiutare le persone anziane e sole, che hanno, più di altri, bisogno di scorgere ancora un barlume di speranza. Speriamo che i nobili intenti non restino solamente tali…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...