Le mani, le mani assassine

 

Le mani sono quelle raccontate da Eduardo De Crescenzo, ma anche un gruppo musicale di matera; sono anche il titolo di una canzone di gigi d’alessio, l’eroe che, in pieno fervore epico per le olimpiadi (bravi gli italiani bravi), è riuscito a sottrarre un po’ di spazio alla noiosa cronaca sportiva salvando la vita ad un gruppetto sparuto di aspiranti naufraghi mentre sorseggiava oziosamente, assieme alla sua bella, un drink a bordo del suo yacth. Le mani raccontano. Svelano anche lo stato d’animo, rivelano l’età. Le linee sul palmo annunciano il corso, più o meno incerto della tua vita, e consentono alle zingare di leggere il tuo destino. Non c’è mistero nelle mani. Le mani abbandonano. Quanti ciao ciao con la manina hanno fatto male…. Nella religione di chi crede in Dio hanno un significato simbolico: l’imposizione delle mani dice “tu mi appartieni”. Per chi non crede, oppure sta appiccicato con la liturgia come me (in piedi, seduti, datevi la mano, fate una giravolta…), la stretta di mano conta solo se dà calore. Le mani che detesto sono quelle assassine; mentre mi piacciono quelle pulite e “le mani, le mani, che sanno di mare, che sanno di terra, che sanno di pane”.  

Annunci

46 Pensieri su &Idquo;Le mani, le mani assassine

  1. Entri in una questione che credo possa portare troppo “oltre” perchè il potere delle mani è immenso…. essendo esse la propagine dell’anima… che non ha limite…Non sono, quindi, assassine le mani ma il gesto che le comanda…. che ne dite di mantenerci su amene discussioni vagamente politico-filosofiche?

    Mi piace

  2. Non batto assolutamentre in ritirata… ma solo cercare di incanalare la discussione prima che tracimi in ambiti che non potrebbero essere controllati… Se vogliamo dare la colpa alle mani o alle altre parti del corpo (occhi, bocca, orecchi, etc.. ) che abbiano contatti con l’esterno (imput o output..) dimentichiamo che gli unici veri assassini sono gli uomini a cui è dato di pensare.. e di interloquire… Altrimenti anche gli occhi, la bocca, etc. sono assassini e basterebbe estirparti o chiuderli per renderli innoqui… come credevano gli antichi…
    Del resto alla base dei più mostruosi reati sessuali vi sono situazioni di repressione e impotenza… che si sfoga nella violenza più cieca… … A confutazione di quelli che vorrebbero la “castrazione chimica”.
    Hitler e gli altri mostri della storia si facevano ritrarre ad accarezzare i bambini e i cagnolini: Forse le loro mani non sono assassine?… O forse è assassino un cane a cui è stato insegnato ad aggredire.. o a cui non è stato insegnato nulla?… O un leone che uccide quando è affamato o per difendere il territorio??
    Gli assassini del nostro territorio hanno nome e cognome e indirizzo…. Se cerchiamo di dimenticarlo diamo un alibi a quelli che già sono pronti a perpetrarne le esperienze…

    Mi piace

  3. A questo punto guardati le mani e rifletti se non hanno fatto mai, anche inconsapevolmente qualcosa di “sporco”…Forse Pilato ridivenne innocente lavandosi le mani?… Vedi, cara Tonia come può “tracimare” il discorso sulle mani?.. E comunque, anche raccontare a “modo tuo” non ti esime dal tenere sempre in mente le responsabilità.. perchè anche con gli “omissis” si dà mano libera ai delinquenti….

    Mi piace

  4. Aho!!.. ma sul tuo blog bisogna davvero fare attenzione a calibrare le parole??… mica ho detto che sei complice cosciente dei delinquenti…. !!… ribadisco solo che è sbagliato prendersela con una parte del corpo (le mani..) o con qualunque lato settoriale della realtà.. quando le responsabilità hanno nome, cognome e indirizzo…E aver “le mani in pasta” non è una scusante per sporcarsele o per arraffare, ma invece una aggravante per non averle tenute pulite… L’occasione non fa l’uomo ladro, come dicono i ladri… Chi non pensa a rubare rimane pezzente ma dignitoso anche quando tocca i miliardi….

    Mi piace

  5. Quand’ero piccino ricordo la mai mano in quella di mia madre. Era racchiusa nel suo palmo e mi sentivo sicuro, nessuno poteva farmi nulla. Ero piccolino qualche anno ed è l’unica cosa che ricordo, io tenuto per mano da mia madre che camminavamo.
    Crescendo mi accorgevo che la mano non ci stava più e addirittura adesso è la mia che racchiude quella di mia madre. Ogni tanto lo faccio, così solo per farle capire che finché ci sono la mia mano sarà lì a proteggerla. E la stessa cosa mi piace farlo con la mia bambina perchè lei possa capire che papà la protegge.
    Non so se le mani sono responsabili di gesti (da un punto di vista puramente filosofico) ma sono certo che rappresentano la mia anima. gesticolo molto quando parlo, mi piace il contatto fisico, spesso abbraccio gli amici. E questo per rendere “vere” le emozioni che il mio cuore sente. Mio padre mi ha insegnato che “na stretta e mano è meglio e na firma ‘ncopp a nu cuntratto!”.

    Stateve ‘bbuono.

    Mi piace

  6. Per Enrico:
    secondo me sono mani disperate. Che siano sporche o pulite credo dipenda solo da lui al di là di quello che la Giustizia deciderà.
    Direi che il fatto, unito all’azione dell’associazione tabaccai la quale ha deciso di pagare tutte le spese legali, siano segnali preoccupanti di come le cose stanno cambiando. In peggio.
    Il rapinatore, spinto da qualche ingiustificabile ragione, credo abbia agito anche con la certezza, fornitagli dalla società, dell’impunità. Se poi era tossico addirittura poteva fidare in un “recupero”.
    Allo stesso modo il tabaccaio, spinto dalle stesse ragioni fornite dalla società, si era preventivamente armato. Vuoi perché così si sentiva più forte, vuoi perché lamentava un assenza della polizia, di fatto lui era pronto a fare fuoco prima che il rapinatore entrasse nella tabaccheria.
    Direi che sono segnali preoccupanti che purtroppo il potere continua ad ignorare da qualche anno fecendo regredire la situazione sempre più.

    Mi piace

  7. Fin quando si ritiene che le mani della gente onesta siamo sporche, continueremo ad assistere e commentare queste tragedie. L’Italia da anni è diventato il paese dove tutto è possibile, dove chiunque si sente autorizzato a fare quello che vuole perchè vige una sorta di impunità perchè anche quando si è condannati non si sconta mai la pena. per strada ci sono persone che hanno sulle spalle decine di rapine, furti, spaccio di droga eppure sono liberi, liberi perchè c’è una parte della nostra società che è buonista fin quando non tocca a loro. Io sono vicino al tabaccaio di Latina al quale va tutta la mia solidarietà ed a quelli che come lui ogni giorno debbono fare i conti con questa gentaglia.

    Mi piace

  8. C’è l’Italia del Caimano, quella insofferente alle regole, quella per cui l’importante è che girino soldi e che vorrebbero la magistratura mobilitata solo su certi aspetti; quella di coloro che, spesso a giusta ragione, criticano l’assoluta mancanza di etica dei nostri tempi e che però, in alternativa, non sanno fare altro che proporre la forca. Molti demagoghi che partecipano a questo blog, fanno parte della seconda categoria. Sarebbe bello e interessante vederli all’opera nella vita di tutti i giorni; chissà cosa fanno per rendere migliore la nostra società. Per chi votano? Avranno usufruito di prebende e raccomandazioni nel loro lavoro? Sono realmente sensibili alle tematiche ambientali? Hanno il coraggio delle proprie idee anche al di fuori dei blog e sarebbero disposti a scendere in piazza e a lottare per manifestarle? Sono forti anche con i forti, o sanno solo lamentarsi e prendersela con gli zingari, le prostitute in strada e via discorrendo? Il leit motiv dell’italietta dove tutto è possibile è reale, ma inizia anche un tantinello a stancare.

    Mi piace

  9. Nell’illegalità non esistono deboli o forti.
    Io per la legalità non debbo lottare, mi spetta. Non debbo lottare per una vita più civile, mi spetta.
    Mi spetta perchè pago le tasse, sono rispettoso dell’ambiente, ho rispetto per gli altri e quando mi capita so essere forte anche con i forti.
    Non mi pare che al Nord o in altre parti d’Italia o D’Europa per dire che non si vuole la spazzatura per le strade o dei servizi pubblici adeguati si debba essere perfetti sotto ogni profilo tanto da poter essere beatificati. Io almeno non ho mai pensato a questo.
    Per chi ho votato è importante? La prossima volta voterò Lega Nord perchè credo sia un movimento di gente concreta e onesta.
    Ciao.

    Mi piace

  10. Per Enrico:ma sei sicuro che il sole di agosto ti faccia bene???… Spero che la tua sia solo una provocazione… Forse i “nordici” razzisti avrebbero ragione a votare Lega… … così come qualche meridionale a mantenere inalterato il sistema clientelare che ci ha fatto tanto regredire politicamente e socialmente… …Tanto per riprendere il tema di questa disussione:!scorciamoci le maniche e facciamo lavocare le mani e le braccia (simbolo di lavoro manuale e intellettuale).. e diamoci dentro affinchè nessun Maroni o Bossi possa darci lezioni e offenderci nella cultura e perfino nella nostra storia

    Mi piace

  11. In risposta a quanto scritto da Enrico prima e e Cesare poi, direi che la volontà di votare lega sia solo una provocazione.
    Però a questo: la laga è l’unico movimento politico, al di là della condivisione delle sue idee, che ha ancora una struttura di partito e di divulgazione di idee. Sta fra la gente (è vero, dice quello che vogliono sentire), fa volantinaggio, organizza “riunioni” di partito, tiene comizi. Escluso il periodo pre elettorale, quali partiti fanno questo? ricordo da piccolo che e’rano quelle riunioni oceaniche in cui i vari Berlinguer, La Malfa, Craxi parlavano alla gente. Adesso di tanto in tanto li trovi nelle manifestazioni più disparate a cercare di raccogliere qualche consenso.
    Un appunto per Omero: non so se tu stia dando anche a me del demagogo, ma proporre la forca è forse sì esagerato ma far fare del carcere un po’ più duro di quello attuale forse aiuterebbe. oppure vogliamo continuare a dare le vacanze premio come a quel porco come Brusca? Secondo te è giusto ridurre di un terzo, buona condotta, riduzione pena ecc. o meglio dare una pena e fare in modo che sia tale?
    Al resto non ti rispondo perché ho il coraggio di dire la mia ogni volta che mi viene chiesto ed ogni che mi viene offerta un’occasione. e tu?

    Mi piace

  12. Per Giulio.
    Sono d’accordo con te.
    Votare Lega non è una provocazione è una certezza che deriva dalla voglia di cambiare questo stato di cose e mandare a casa coloro che negli anni ci hanno affossato con chiacchiere e ruberie.
    Purtroppo, ci sono persone che quando leggono o ascoltano qualcosa che non gli garba accusano di demagogia, io penso, invece, che non hanno idee, ideali, ma solo la bocca per dire stronzate e non capiscono che sono stati lo strumento nelle mani di coloro che hanno affossato.

    Mi piace

  13. Per Cesare:
    io preferisco Bossi a Bassolino
    Maroni a Iervolino e cosi via.
    Ma se la Lega viene accusata di voler affossare il Sud spiegami di cosa dovrebbero essere accusati coloro che GOVERNANDO, il sud lo hanno affossato veramente?
    Ma vogliamo scherzare, io votero Lega non per provocazione ma per certezza.

    Mi piace

  14. Per Enrico:ma perchè te la prendi con Omero, che non ha fatto altro che rintuzzare le contraddizioni tue e di coloro che pur di difendere contro ogni logica la loro parte politica sono capaci di “tagliarsi la palle per far dispetto alla moglie”???… … Teniamo invece aperto il cervello (e le mani) per confrontrarci e riscontrare le nostre certezze e i nostri dubbi… chissà se qualcosa riusciremo ad imparare (..e “apprendere”… Guarda caso che l’espressione deriva da “prendere-afferrare”:azione che si compie con le mani…)

    Mi piace

  15. In ogni caso mi è personalmente più simpatico Bossi che Bassolino e Maroni che Iervolino.. … forse perchè sono troppo lontani per scatenare sentimenti di stizza… rispetto ai “guvernaturi…” locali ma non per questo chiamo razzisti quelli della Lega.. che difendono le aziende del nord che hanno colonizzato il sud con la complicità dei politici nostrani…
    Quando parlare male di bassolino significava bestemmiare, i milanesi dicevano di “invidiarcelo…” nella aria di bonomia partenopea di cui veniva ammantato dai mass-media…

    Mi piace

  16. Per Cesare
    Io non devo difendere nessuna classe o colore politico. Io parlo di uomini e di idee. Purtroppo per voi che secondo me appartenete alla classe delle chiacchiere è dovuto venire Berlusconi che in un modo o nell’altro ci ha tolto dalla spazzatura nella quale evidentemente gente abituata solo alle chiacchiere e non hai fatti ci stava facendo affogare.
    Ma lo volete capire che mentre voi parlate e manco dite cose sensate gli altri vanno avanti. Purtroppo vi trovate un una brutta situazione: la maggioranza degli italiani ha capito chi siete e vi ha mandato a fare in…..

    Mi piace

  17. Enrico, la prossima volta vota Lega. L’idea, che tanto affascina e stuzzica numerosi cittadini della Campania, lascia il tempo che trova. Se non l’hai ancora capito, la Lega predica bene e razzola malissimo. Roma ladrona, secessione, tolleranza zero e quant’altro sono spot che valgono nei comizi pre -elettorali e per tenere buona la base; in realtà a Bossi e company i palazzi e soldi “romani”piacciono tantissimo. Meditate gente, meditate.
    Per Giulio: concordo sulla questione inasprimento delle pene. La provocazione era però un’altra: sembra proprio che questo paese sia finito nel baratro improvvisamente. La mala politica di questi anni è diretta conseguenza dell’imbarbarimento e dello scadimento morale che ha colto la piccola e media borghesia italiana. I mafiosi, i lestofanti, i traffichini (anche dei ceti più umili) e i lavativi in questo paese sono sempre esistiti e difficilmente saranno estirpati. E’ la middle class che ha fallito in tutti i sensi, sia nella proposta dei valori, sia nelle scelte politiche compiute negli ultimi 15 anni.

    Mi piace

  18. Per Omero:
    Questa la lega:
    “Roma ladrona” –> Ovvero prendiamo lo stipendio da Roma
    “Lo stato non fa un cazzo” –> Ovvero noi siamo al governo e non facciamo un cazzo. Si ispirano agli irlandesi, agli indiani d’america e poi vanno al governo a mettere i loro deretani belli comodi comodi.
    Se fossi bergamasco mi sentirei preso per il culo da questa gente. Volevano prendere le impronte agli zingari e poi hanno finito per prendere a quattro disperati che si trovavano lì per caso. Volevano mettere i soldati per strada e il massiccio invio di truppe si è risolto a Napoli con 149 militi. Roba da far ridere i polli.
    Quanto al discorso punizioni e pene direi che fondamentalmente hai ragione. Il paese non è crollato adesso nel baratro è solo che l’informazione o meglio quelli che comandano l’informazione vogliono che sembri così. forse per distogliere l’attenzione da cose più importanti (finaziaria, legge elettorale, giudici, processi ecc.) E’ vero i lestofanti ci sono sempre stati e credo sia difficile estirparli specie in questo nostro martoriato sud Italia, ma credo anche che ci siano almeno tre ordini di motivi che ne hanno determinato l’attuale situazione:
    – L’Italia (intesa come Stato) è rimasta garantista come 50 anni fa quando avevamo il problema emigrazione e non immigrazione
    – le pene sono finte (non mi stancherò mai di dirlo)
    – stanno facendo a pezzi la giustizia (intesa come insieme di codici).

    PER ENRICO:
    anch’io sono spesso d’accordo con te, ma ad una domanda devi rispondere: sei davvero così sicuro che il problema munnezza l’hanno risolto? Se sì, perchè è saltato fuori l’articoletto l’altro giorno in cui si diceva che la regione veneto non vuole accettare la munnezza campana? Stanno cercando altri buchi?

    Stateve ‘bbuono.

    Mi piace

  19. dubito che l’emergenza rifiuti sia stata archiviata così in fretta e senza nessun dolore. Io di cumuli nel giuglianese ne trovo ancora….
    L’eliminazione dell’Ici si vede così bene che non ci sono concerti gratuiti in giro quest’anno perchè i primi tagli, come al solito, vengon fatti alla roba superflua e inutile, cioè alla cultura….

    Mi piace

  20. a porre la parola fine all’emergenza monnezza dovrebbero essere i cittadini giuglianesi e napoletani in genere. Che la Regione Veneto dica no a ricevere rifiuti campani io sono d’accordo.
    Sono appena tornato a casa. Sapete dove sono andato? A buttare un sacchetto di rifiuti perchè la mia famiglia è abituata a non buttarlo durante il giorno come è abitudine della maggior parte di coloro che chiaccherano. A buttare il sacchetto ci sono dovuto andare con la macchina perchè su corso campano non ci sono abbastanza contenitori. Nonostante ciò ho fiducia e cerco di fare il mio dovere. Che Berlusconi dovesse mettere un soldato per ogni napoletano è nella logica (per alcuni anche due sarebbero pochi) ma purtroppo non è possibile. Ma come si dice: chi ben comincia è a metà dell’opera. Accontentatevi e per Tonia vorrei dirti non parlare di tagli alla cultura perchè il ministro precedemnte ha combinato tanti di quei casini che a Pompei hanno dovuto nominare il Commissario.

    Mi piace

  21. x enrico.
    Lasciamo stare gli scavi di pompei, che cmq – dove si paga pure il biglietto d’ingresso- non restan mai chiusi e hanno riflettori e fondi per continuare ad essere un luogo di grande attrazione culturale. Io parlavo dei concerti e delle iniziative nelle città, quelle destinate gratuitamente ai giovani e a chi non può permettersi di pagare dai 15 ai 50 euro per ascoltare buona musica dal vivo. I musicisti meno famosi ma altrettanto bravi devono rinunciare ai piccoli sostegni che potevano venire dai comuni per portare avanti progetti di recupero dei ragazzi e iniziative di socializzazione.

    Mi piace

  22. Per Tonia
    Le canzoni, specie quelle di Pino Daniele sono belle ma purtroppo non portano a nulla. per anni ci siamo cullati con il sole, il mare, la musica e poi alla fine ci siamo ritrovati con la spazzatura fino al collo per non dire altro.
    Certo dispiace sapere che iniziative per i giovani non hanno potuto avere il sostegno del Comune ma siamo certi che la colpa sia di Tremonti? Possibile che un comune come Giugliano che amministra milioni di Euro non riesce a trovarne 50mila per iniziative culturali? Putroppo sono anni che veniamo amministrati da persone incapaci che nulla sanno di amministrazione se non come fare quadrare i loro conti, altrimenti non si spiega come mai se vai in una città del nord tutto questo disagio non lo si avverte. Io alla cicogna ho smesso di credere da tanto tempo cosa che forse non hanno fatto tanti napoletani,che credono di poter continuare a vivere pensando al sole al mare ed alla musica fregandosene di tutto e tutti. Stiamo uscendo o forse come dici tu non siamo usciti dall’emergenza rifiuti e ancora ci sono tantissime persone che incuranti continuano a depositare rifiuti di ogni genere ai lati delle strade ed in orari non consentiti. Questi si che credono ancora alla cicogna, credono ancora che ci sia qualcuno che è obbligato a pulire per loro. Intanto Pino daniele non abita a Napoli da anni, chissa come mai, forse neppure lui crede più alla cicogna.

    Mi piace

  23. e no! ancora con Pino Daniele?……..per ricominciare bene dopo la pausa vacanziera non mi cimententerò a guardare i nei invece del volto di una bella donna e vi invito afare altrettanto anche perchè, sono convinto che non si può affidare all’arte e in particolare alla musica il compito che spetta alla coscienza. La coscienza non può essere SOLO emozione anche se da questa può partire una seria riflessione eun RISVEGLIO della coscienza…ma se devesserci risveglio la coscienza deve preesistere…

    Mi piace

  24. Credo che attualmente la Lega sia l’unico partito formato da uomini con delle idee e abituati a fare qualcosa nella vita a differenza dei nostri che oltre a non fare nulla sono buoni solo a distruggere.
    Facciamo un gioco:
    Ricordate una cosa buona che ha fatto D’ALEMA?
    Ricordate una cosa buona che ha fatto VELTRONI?
    Ricordate una cosa buona che ha fatto PRODI?
    Ricordate qualcosa di buono di Iervolino, Bassolino e del Presidente della Provincia di Napoli. tanto che ci siete ricordatemi pure qualcosa di buono che ha fatto Pecoraro Scanio.
    Io credo che tutti questi singolarmente hanno fatto finora più danni al sud della Lega messa insieme.
    Ciao

    Mi piace

  25. Con le cose serie non si scherza 😛
    In ogni caso, se il centrosinistra non esiste come forza di governo una qke ragione ci sarà sicuramente, ma non si spiega col fatto che gli altri sono più bravi, più competenti ect. ect….

    Mi piace

  26. Facciamo un gioco:
    Lunedi mattina il Sindaco di Giugliano si sveglia, va in ufficio al comune e chiama il comandante dei Vigili Urbani e gli dice: Guardi che da questo momento Giugliano deve essere una città normale nel senso che non voglio più vedere gente in giro sulle moto senza casco, non voglio più vedere ambulanti e commercianti che occupano i marciapiedi con mercanzie varie, in piazza Annunziata e nelle altre piazze non si parcheggia più ma si fa uso dei parcheggi autorizzati, se trovate delle persone che depositano i rifiuti per strada bisogna cominciare ad elevare contravvenzioni così pure per quelle persone che li depositano fuori dagli orari consentiti, ogni cosa che viene fatto contro la legge va sanzionata. Dovere, insomma guadagnarvi lo stipendio e non portare a spasso la divisa. Grazie può andare.
    Costo di questo cambiamento: Zero
    per noi è un gioco per una città del nord è una cosa normale eppure noi siamo i meglio, noi abbiamo…..
    …….poi chiama al telefono il responsabile della raccolta dei rifiuti e gli dice: Guardi che da questo memento non tollero più che le strade della città vengano spazzate una volta alla settimana, anzi, dopo averle spazzate tutti i giorni, una volta alla settimana le pulite con acqua e disinfettante (l’ho visto fare a Siviglia e funziona) in modo tale che siano belle pulite.
    Costo dell’operazione: qualche migliaio di Euro per il disinfettante.
    In altre parti già si fa perchè le persone sono civili gli amministratore tengono a cuore le sorti della loro città.
    Due interventi che costano poco ma ma cambierebbero tantissimo ed in meglio la città. Quasi quasi il primo settembre vado in comune e glielo dico. Voi che ne dite si potrebbe fare?
    Per quanto riguarda Napoli magari si potrebbe chiedere a Salerno se ci prestano per due volte alla settimana il sindaco DE LUCA che non è legista ma fa altrettanto bene.

    Mi piace

  27. Per Enrico. Di Prodi, in ben due occasioni, ricordiamo gli sforzi (osteggiati dai numerosi fillibustieri e lestofanti che navigano nelle acque del centrodestra) per il risanamento dei conti pubblici; gli sforzi contro l’evasione fiscale e qualcosa altro che non gli è stato consentito di fare.. Tematiche, insomma, che il tuo santone di Arcore non prende neanche in considerazione, ma che sono importanti per la crescita e la normalizzazione del paese. Cosa ricordiamo di Bassolino, Iervolino, D’Alema? La stessa domanda la rivolgo a te? Cosa ricordiamo dei precedenti governi Berlusconi? Le leggi ad personam? Previti, Dell’Utri e via discorrendo. L’epurazione dei giornalisti scomodi? Quelli della Lega, poi, saranno (in qualche caso) anche persone operose, ma non esempi di virtù come li avevi definiti nei precedenti post.
    Per Napoli punto e capo. Ma cosa ti ha fatto Pino Daniele? Ora non si possono neanche citare o parafrasare alcuni suoi pezzi per inquadrare o riassumere una situazione, un’idea? Sbagli su l’arte e in particolare sulla musica. Sono forme di comunicazione che possono veicolare più idee ed emozioni di centomila comizi e inutili chiacchiere.

    Mi piace

  28. Abbiamo la memoria corta. Tra i governi Prodi e Berlusconi è così evidente la differenza che mi secca persino doverne discutere. Ma è tristemente necessario, visto che il cx perde le elezioni e, poi, anche il consenso tra i suoi. Anche a me questo governo ombra con un’opposizione fantasma, mi fa terrore. Ma la lega NOOOOOOOOOO, abbiate pazienza!

    Mi piace

  29. Wa Cesare come sei…PESANTE…. mammamia…. mi sono invece piaciute molto le parole di Giulio. Lo stesso vale anche per me. Le mani dei genitori quando si è piccoli ti aiutano tanto, basta sentire il loro calore…e poi lo dice anche tuo padre ( e non sbaglia ) che una stretta di mano vale più di una firma su di un contratto

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...