E tra le discariche…c’era anche Chiaiano

Nessuno aveva cantato vittoria nei giorni scorsi quando sembrava salva la cava di Cinque Cercole e nel tardo pomeriggio di oggi, quando sono arrivate le camionette delle forze dell’ordine al bivio di Mugnano e a ridosso della cosiddetta rotonda del Titanic a Marano, nessuno si è meravigliato. Nè mi sono sorpresa io di trovare centinaia di persone ammassate davanti agli scudi per non far arretrare il blocco verso la rotatoria. Ho visto tante mani alzate e i ragazzi sul muretto accanto a me mi hanno raccontato che fino a quel momento nessuno aveva reagito. Poi, all’improvviso è cominciata la carica: poliziotti e finanzieri sono riusciti a spingere coi manganelli i cittadini per 30 mt, oltre la rotonda. Molti si sono fatti male e alcuni sono stati fermati. Il nuovo decreto che prevede gli arresti fa paura, ma non ferma la mobilitazione antidiscarica. La tensione è salita alle stelle e nel caos ci sono andati di mezzo anche quelli che stavano sul posto per documentare la protesta. Ad un giornalista del tg3 è arrivata una manganellata sulla nuca- ha raccontato ai colleghi- e gli è stata sottratta la telecamera. E anche qualcun altro di noi è stato strattonato; è successo anche a me e di prendere pure una botta sulla bocca. La situazione è esplosiva e per tutta la serata è andato avanti un gioco di nervi molto pericoloso. Due blocchi contrapposti, un pullman in fiamme e, ahimè, altri due alberi abbattuti. Nel frattempo arrivavano notizie allarmanti, prima smentite poi rilanciate dalla folla, di arresti e feriti,tra manifestanti e poliziotti. Una situazione esplosiva. E’ triste essere costretti a difendersi dallo stato perchè si testimonia la propria adesione ad una battaglia di salvaguardia dell’area a nord di Napoli. Un pegno lo abbiamo già pagato… E, se come sembra Taverna del re a Giugliano non riaprirà, si deve continuare a proteggere il territorio nella sua interezza. Se non fossimo mai stati “responsabili e solidali” capirei l’accanimento su quest’area, ma dopo vent’anni di scempi e discariche no.

 Altre immagini nella sezione “No alla discarica di Chiaiano”

Annunci

7 Pensieri su &Idquo;E tra le discariche…c’era anche Chiaiano

  1. Alla base di tutto ciò che si è prodotto nell’ultimo ventennio di amministrazione sui rifiuti c’é solamente la speculazione più pazza e becera sulla pelle dei cittadini…

    Ci vorrà un nuovo processo Norimberga, questa gente stà facendo crimini contro l’umanità, realizzando un vero e proprio ABUSO DI POTERE!

    La risposta più civile possiamo darla noi cittadini, però dovremmo essere seri ed uniti.

    ABOLIZIONE DEL TERMINE TERMOVALORIZZATORE – E’ UNA EMERITA STRONZATA!

    Differenziata SUBITO – In un ciclo integrato dei rifiuti che, dobbiamo pretenderlo, deve essere sottratto alla politica e alla massoneria e affidato a cooperative da formarsi nelle varie località tra volontari (Disoccupati e sott’occupati ne dovremmo avere – per la voglia di lavorare confido un pò meno) – pagamento tramite la vendita del recupero delle materie prime e sostegno alle cooperative che lavorano effetivamente!

    Mi piace

  2. Tanto per dovere di cronaca anche stamattina hanno caricato i manifestanti civili con tanto di mani alzate e bambini al seguito costretti a precipitosa fuga. Il problema è che quando si è costretti a difendersi dallo stato ci si domanda che cosa è possibile fare per continuare a tutelare con qualche risultato i nostri diritti senza rischiare pestaggi e arresti ad hoc… Si possono anche mettere in conto questi rischi ma ci sono margini di successo o loro la ridurranno alla solita protesta criminale contro il bene comune visto che si sequestrano telecamere e si picchiano cameramen e giornalisti (quelli onesti)? Penso che si debba continuare a difendere il nostro territorio anche se adesso bisogna trovare alleati nei Palazzi “che contano” tra coloro che non si sono ancora fatti comprare dalla monnezza.

    Mi piace

  3. I poliziotti fanno il loro dovere, noi obbediamo alla nostra coscienza. Se pensassimo che sono loro i ns nemici, sbaglieremmo. I nemici di questo territorio hanno altri nomi e, a turno, se “magnano a’ città”.

    Mi piace

  4. Su Televideo c’è scritto: “Il sindaco di Napoli RRI dice che bisogna oddedire alla legge e basta!” Bello se si pensa da che pulpito viene la predica! Sono daccordo che in un paese democratico è il popolo a scegliere ma è pur vero che quando si fallisce in un incarico si diano le dimissioni. O dobbiamo pensare che è vero ciò che dice la Mussolini che aspettano le europee per far sì che bassolino non resti disoccupato? Ragazzi mi dispiace ma ci possiamo mettere solo in mano a Dio perchè in mano ai politici che NOI scegliamo (di qualsiasi partito siano) non ci resta che piangere!

    Mi piace

  5. ho visto al T.G.3 la civile e fiera azione della picola grande gironalista che chiamava “PAZZI” i poliziotti che avevano caricato e sottratto la macchina da presa…ma…i pazzi siamo ancora noi che dopo il GRAN RIFIUTO di napolitano che ha promulgato undecreto in contrasto con la Costituzione(art. 18= libertà di riunione e manifestazione) ci ostiniamo a manifestare e sperare, fino a che un poliziotto (che magari è delle nostre parti e recita la parte do “buon uaglion” e poi ti schiattadi manganellate, che continuiamo a definirci “cittadini onesti” perchè votiamoe abbiamo fiducia dei “buoni uagliuni che ci difendono” e che speriamo che SANSILVIO facciail miracolo…e continuiamo a sentire basolino che ci racconta le stesse fesserie che hanno riempito le balle….sperando ancora nella fine di un incubo e intanto si rivede i vecchi mai sopiti odi di provenienza ela tracotanza dei buffoni improvvisatisi rangers a menare gli zingari e i poliziotti a menare i dimostranti….SENTO IL BISOGNO DI UN PO DI PAUSA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Mi piace

  6. La mia faccia stravolta mentre urlo basta basta è stata ripresa dal tg3 nazionale. Quello che è successo a sticchi è vergognoso: manganellato e derubato della telecamera di servizio. Manganelli ha chiesto scusa, ma non serve a riparare il danno gravissimo che è stato fatto alla ns fiducia nei confronti di questo stato che non ascolta ragioni.

    Mi piace

  7. Il Comitato tecnico- scientifico che affianca il Sindaco di Marano e di cui faccio parte come rappresentante dei Cittadini di Chiaiano, insieme ad eminenti giuristi, geologi, oncologi, urbanisti (…altro che “tristi fuguri..” come insinua la stampa prezzolata..) ha approvato la bozza del ricorso al TAR contro l’ordinanza Prodi che individua la cava del Poligono come discarica indifferenziata… Insieme al Prof. Capunzo si è deciso di raccogliere anche i mandati giudiziari dei Cittadini di Chiaiano per affiancare l’azione giudiziaria del Comune di Marano… Contattatemi ai nn.ì 0818950382(tel/fax e 3386570216 per un appuntamento.. presso i miei recapiti a Napoli- Via E. Scaglione 337 e Giugliano- Via Vittorio Veneto 7..)
    Avv.Andrea Faiello…certo “i Faiello” non riescono a stare fermi

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...