Dagli Ufo agli Avatar per cambiare… mondo

disco_volante.jpgsecondlife-thumb.jpg

Una volta ho lanciato un appello ai marziani. Succedeva nel 1994 e su quel foglio di carta ecologica che si chiamava “Il Timone” scrivevo “Ehi, Ufo mi dai un passaggio” per denunciare il disastro ambientale del mio territorio (e non avevo ancora vissuto i successivi 13 anni di tragedia…pensate). Ma erano ancora i tempi di quei bei romantici cartoon giapponesi, di Star trek…. Ora la tecnologia ci consente di viaggiare senza muoverci e senza nemmeno dover ricorrere agli espedienti di cui strofa Jamiroquai, e con il mondo virtuale di Second Life possiamo vivere addirittura un’altra vita. Quella che più ci piace. Basta registrarsi, creare l’avatar (il nostro alter ego, insomma) scegliendo tra mille possibili combinazioni fisiche e girare in questo spazio tridimensionale, dove si possono perfino fare acquisti e trovare occupazione, senza paura di ammalarsi per colpa delle discariche. E, temo, che proprio lì dovremo trasferirci se si continua a scaricare a Giugliano. La data del 20 dicembre è vicinissima e, anche se c’è chi pensa, sbagliando, che la protesta di TdR lasci i rifiuti per strada, noi continuiamo a pensare che sarebbe meglio rimanere tutti sullo stesso fronte. Un buco in più tampona l’emergenza ma non la risolve. Dobbiamo pretendere un principio: si deve attivare il ciclo dei rifiuti e ognuno si deve far carico della propria monnezza e delle proprie responsabilità. Caspiterina…

albero-completo-ok.jpglocandina_a4_chiusura.jpg

Intanto domani mattina, per sensibilizzare i residenti in vista della chiusura annunciata ma improbabile del 20 dicembre, si manifesta con le scuole nel centro storico. Partecipa anche padre Alex Zanotelli. Raduno in piazza Matteotti alle 10, corteo sul corso Campano, tappa in piazza Annunziata davanti all’albero di Natale di ecoballe e dietrofront attraverso via Licante, via Pirozzi, via Palumbo, via Roma. Striscioni e cori avanti tutta… 

Annunci

5 Pensieri su &Idquo;Dagli Ufo agli Avatar per cambiare… mondo

  1. qusto due principi per due principi e la voglia di fuga mi ricorda l’epilogo de “Il piccolo Principe”:

    “Quando tu guarderai il cielo, la notte, visto che io abitero’ in una di esse, visto che io ridero’ in una di esse, allora sara’ per te come se tutte le stelle ridessero. Tu avrai, tu solo, delle stelle che sanno ridere!”
    E rise ancora.
    “E quando ti sarai consolato (ci si consola sempre), sarai contento di avermi conosciuto. Sarai sempre il mio amico. Avrai voglia di ridere con me. E aprirai a volte la finestra, cosi’, per il piacere… E i tuoi amici saranno stupiti di vederti ridere guardando il cielo.
    Allora tu dirai: “Si, le stelle mi fanno sempre ridere!” e ti crederanno pazzo.
    “T’avro’ fatto un brutto scherzo…”
    E rise ancora.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...