10 anni di blog, 10 anni di avventure

Vado, vedo e scrivo. Ho imparato a fare questo e mi sono sforzata di farlo sempre con onestà. Da giornalista e da blogger. Ho raccontato dei carichi di rifiuti tossici, le proteste contro le discariche, i roghi nella Terra dei fuochi, lo scioglimento per camorra dei comuni a nord di Napoli, lo scandalo delle mazzette, il lentissimo recupero dei beni confiscati alla camorra, l'abbandono dei campi occasioni perse come cinema e Tribunale.

Annunci
Featured post

Le donne di Marina che ragionano al femminile plurale

Per lo spettacolo "In carne ed ossa", Marina Rippa fa quello che fa da anni: mette assieme nel suo laboratorio teatrale donne veraci e le porta per mano in scena. Insegna loro a muoversi, a tirare fuori emozioni e tante energie positive. Le ho viste felici. Brave. Impegnate. E il pubblico impara ad amarle. Provano nello spazio del Teatro Forcella. Alcune sono coinvolte nel progetto di “f.pl. femminile plurale” dal 2012.

Ancora benvenuti nella Terra dei fuochi

La cronaca racconta da anni di megaroghi nell'area a nord di Napoli, ma anche nel Vesuviano. Forse i controlli non vanno fatti ai terminal (cioè dove bruciano) ma alle stazioni di partenza. Dove? Nelle aziende, no? Intanto, nella terra dei fuochi bruciano elettrodomestici, materassi, copertoni, plastica, residui industriali ed edili. A nulla servono le denunce degli ambientalisti e le iniziative degli amministratori comunali.

Storie di Resistenza parte con Inspire

Non siamo soli. Ce lo dimostra bene ora la giovane Greta, ma mille altre associazioni lavorano da tempo sui territori. Adesso con maggiore efficacia perché il movimento internazionale dei giovani ha semplificato l’approccio anche con le istituzioni e fatto esplodere l’anima ambientalista di chi restava sempre a guardare. Le realtà sono tante. Le voglio raccontare tutte per la mia rubrica Storie di resistenza.

La monnezza che divide anche le famiglie

"Frat' 'e sanghe” (Virus Tetrali, di e regia di Giovanni Meola), diventa l’occasione per rivelare un terribile segreto, ma anche per andare indietro con la memoria. Tre fratelli napoletani si incontrano dopo anni per festeggiare l'arrivo del Duemila in piazza del Plebiscito e, invece, restano prigionieri di ricordi e rancori...

A zonzo per Madrid con 250 mini reporter per raccontare la città

Come si vive a Madrid? Lo abbiamo raccontato assieme agli studenti della Scuola Italiana di Madrid per il progetto “Alla scoperta dei mille volti della mia città”. Ben 250 alunni - tra liceo, medie e primaria - si sono trasformati in reporter per indagare le differenze tra l’Italia e la Spagna. Il risultato è, infatti, un’indagine dal vero, con la produzione di 12 mini-documentari e la creazione di un canale YouTube e di un blog.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: